mercoledì 5 dicembre
@ Cineteatro Nanni Loy

19.00 > proiezione dei cortometraggi Fuori Concorso - Gioventù bruciata;
20.30 > presentazione di La cosa più bella di Simone Sanna, in collaborazione con la 9ª edizione del Festival NUES – Centro Internazionale del Fumetto;
20.45 > proiezione del terzo cortometraggio selezionato per il Premio del Pubblico durante la maratona;
21.00 > proiezione del lungometraggio Thelma (Joachim Trier Norvegia, Francia, Danimarca, Svezia, 2018, 116').

Fuori concorso

Gioventù bruciata
  • Three centimeters, di Lara Zeidan (G.B., 2018, 9');
  • Aspro, di Giacomo Becherini (Italia, 2018, 22'20'');
  • Stum - Tongue tied, di Eilidh Gow e David Bonecker (G.B., 2018, 8'50'');
  • Dont' call me bro, di Gina Wenzel (Germania, 2018, 18'44'').

Thelma

di Joachim Trier
Norvegia, Francia, Danimarca, Svezia, 2017, 116'

Thelma ha ricevuto un'educazione rigidamente cristiana: quando finalmente si affaccia al mondo degli uomini l'impatto è complicato. Dopo aver subito una violenta crisi, apparentemente epilettica, Thelma è avvicinata dalla bella e spigliata Anja, che la aiuta a integrarsi con i propri coetanei.

L'approdo al soprannaturale non corrisponde a un mutamento di pelle per Joachim Trier. Benché Thelma mostri abbastanza presto che qualcosa di strano si nasconde sotto le pagine della sceneggiatura, i temi rimangono quelli cari al regista norvegese. A partire dalla difficile adolescenza e altrettanto ardua integrazione nella società di Thelma, cresciuta in un isolamento tale da rendere ogni approccio con altri esseri umani un azzardo, basato su un fragile equilibrio.

Senso di colpa e libero arbitrio si mescolano e si scontrano, in un trionfo della volontà che lascia attoniti: definitiva liberazione dei sensi, autodeterminazione o legittimazione di onnipotenza?

[mymovies.it]