exhibition

Durante tutte le giornate del festival nel foyer del teatro sarà allestita la mostra Cercando il paradiso perduto – Quarant’anni (e passa) in movimento a cura di Giovanni Rodella.

La mostra è costituita da più di cento scatti realizzati dal fotografo Giovanni Rodella in occasione di svariate manifestazioni organizzate da attivisti LGBT a partire dalla metà degli anni Settanta per arrivare ai giorni nostri: dai leggendari camping greci organizzati da Lambda nel 1978 alle manifestazioni delle Famiglie Arcobaleno degli ultimi anni, passando per le Giornate dell'Orgoglio Omosessuale del 1980 e il World Pride del 2000.

La mostra inizia dal 1976, data in cui iniziai a documentare i primi eventi politici del gruppo gay italiano, il Fuori!… e poi Parco Lambro e le Giornate dell’orgoglio omosessuale a Bologna nel 1980. A questi eventi si sono affiancate altre iniziative prettamente culturali come il festival di cinema/musica/teatro gay a Parma del 1977, oltre agli edonistici e appassionanti campeggi in Grecia e a Capo Rizzuto organizzati dal mensile Lambda. Il mio arrivo a Firenze negli anni Ottanta fu un salto nel buio: un nuovo studio fotografico, con le iniziali difficoltà, e un periodo, quello dell’AIDS, nel quale tutti gli spiriti gioiosi vennero un po’ sopiti. Proprio a Firenze nel 1991 ci fu un convegno mondiale sull’AIDS e in seguito feci un servizio a un matrimonio “civile” transgender.

Negli anni seguenti ho documentato il progetto Friendly Versilia e la mostra Vade Retro alla palazzina di Santa Maria Novella, il Pride di Bologna del 2008 e, a Pisa nel 2009, la ricorrenza dei trent’anni della prima manifestazione pubblica contro atti di violenza omofobica avvenuti in Toscana nel ’79. Arrivando ai giorni nostri, troviamo il terzo convegno dell’associazione radicale Certi Diritti, a cui hanno partecipato molti volti storici del movimento LGBTI per raggiungere accordi sul matrimonio egualitario, e poi una manifestazione tenuta dalle Famiglie Arcobaleno in occasione del convegno della Leopolda prima dell’approvazione della legge sulle unioni civili, passata omettendo il riferimento alla stepchild adoption.

Giovanni Rodella, fotografo

la mostra sarà inaugurata giovedì 2 novembre, alle ore 18.00, nel foyer del cineteatro "nanni loy"
e proseguirà durante tutte le giornate del festival.
Go to Top