USN | EXTRA

giovedì 5 novembre 2020
ONLINE
presentazione del libro

QUELLE COME NOI
La storia di splendori e miserie di Madame Royale

di Andrea Meroni e Luca Locati Luciani (PM Edizioni)

Cinquant’anni fa, il 17 settembre 1970, usciva nelle sale un film destinato a diventare un cult: Splendori e miserie di Madame Royale. Fu il primo lungometraggio italiano con protagonista assoluto un personaggio omosessuale: Alessio, mite corniciaio romano che evade dalla routine vestendo i panni di “Madame Royale”, gran dama settecentesca.A incarnarlo con totale immedesimazione fu il grande attore popolare Ugo Tognazzi, alla guida di un eccentrico cast comprendente la compagnia en travesti dei Legnanesi.

Alla regia, un autore-attore controcorrente per vocazione: Vittorio Caprioli. Il libro di Andrea Meroni e Luca Locati Luciani ricostruisce la genesi del film, con un minuzioso lavoro di ricerca per scoprire l’identità degli interpreti anche minori e per far risaltare i preziosismi tecnici della pellicola, fotografata da Giuseppe Rotunno. Centrale è l’indagine sulle suggestioni provenienti dalla realtà, confluite in uno script firmato da Caprioli assieme a Enrico Medioli (sceneggiatore di fiducia di Visconti) e Bernardino Zapponi (prediletto da Fellini), coadiuvati dalla leggendaria Franca Valeri, co-autrice ma “in incognito”.

A parlarne con gli autori, in diretta sulla pagina Facebook di Arc Cagliari ci sarà lo sceneggiatore Bepi Vigna. Questo evento rientra anche nel programma di Legger_ezza - Promozione della lettura, manifestazione organizzata dal Cedac Sardegna con la collaborazione di Arc.

lunedì 14 dicembre 2020, 18:30
ONLINE
presentazione del libro

TRA LE ROSE E LE VIOLE
La storia e le storie di transessuali e travestiti

di Porpora Marcasciano (Edizioni Alegre)

Il partire da sé, insieme alla presa di parola dei soggetti subalterni cui è sempre stata negata, è il fondamento di ogni prassi politica che voglia sovvertire le forme di oppressione. Porpora Marcasciano, «archivio vivente» del movimento trans italiano, parte da  e dalle sue compagne per tramandare la storia delle lotte, individuali e collettive, per rivendicare la propria identità.

Tra le rose e le viole – libro seminale per questo percorso, introvabile da anni e ora in una nuova edizione riveduta e corretta, arricchito da una prefazione e una postfazione – ricostruisce la caleidoscopica storia trans attraverso la voce delle protagoniste. Dieci interviste, dalle prime pioniere fino a più giovani esperienze sulla soglia del nuovo millennio, compongono la cronologia di cinquant’anni di battaglie.

"Tra le rose e le viole è il titolo di una filastrocca di quando andavo all’asilo. Le suore la insegnavano alle bambine che la cantavano facendo il girotondo. Mi piaceva molto. Essendo un maschietto non potevo entrare nel girotondo delle bambine e quando ci riuscivo ero davvero felice. L’incanto veniva rotto dal rimprovero delle suore e dalle urla di scherno degli altri bimbi. Quando tornavo a casa nella mia cameretta giravo in tondo, sognavo e cantavo: Tra le rose e le viole…"

Go to Top