USN | Festival

testata

Per il quattordicesimo anno consecutivo dal 4 al 12 novembre 2016
l’Associazione culturale e di volontariato ARC Onlus di Cagliari organizza
Uno Sguardo Normale Expo – Sardinia Queer Short Film Festival
il primo festival sardo interamente dedicato al cinema a tematica
gay, lesbica, bisessuale, transgender e queer.

 

Uno Sguardo Normale Expo – Sardinia Queer Short Film Festival 2016 è un evento cinematografico dedicato a cortometraggi e lungometraggi a tematica gay, lesbica, bisessuale, transgender e queer, promosso dall’Associazione culturale e di volontariato ARC Onlus di Cagliari, dal Circolo del Cinema ARCinema, membro della F.I.C.C. – Federazione Italiana dei Circoli del Cinema e dall’Associazione Studentesca universitARC, con il sostegno della Regione Autonoma della Sardegna, del Comune di Cagliari, della Fondazione di Sardegna, della Fondazione Sardegna Film Commission e dell’E.R.S.U. – Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario, con la media-partnership di EjaTV e grazie al supporto della Società Umanitaria – Cineteca Sarda di Cagliari, della F.I.C.C., della Associazione Studentesca Eureka, di A.GE.d.O. Cagliari, di Amnesty International – Gr. 128 Cagliari, dell’Associazione Sardegna-Palestina.

 

Gli obiettivi

Con questo lungo evento l’ARC si propone, anche quest’anno, di sensibilizzare la società, attraverso l’universale mezzo di comunicazione del cinema, sui temi delle differenze di orientamento sessuale e di identità di genere, e sulla necessità di raggiungere equivalenti diritti civili per tutte e tutti. Inoltre, attraverso il Festival, l’ARC persegue l’obiettivo di valorizzare e promuovere le produzioni cinematografiche, anche piccole e piccolissime, dedicate a questi temi; favorire il confronto e lo scambio culturale tra le produzioni di paesi diversi; consolidare la rete di collaborazioni tra associazioni, circoli del cinema, movimenti e realtà culturali della città e della Sardegna; offrire a Cagliari la possibilità di conoscere un mondo cinematografico per lo più inesplorato e, soprattutto, di discuterlo secondo il principio del “pubblico come autore”  (1. Il pubblico ha diritto di ricevere tutte le informazioni ed espressioni audiovisive. Il pubblico deve avere i mezzi per esprimersi e far conoscere i propri giudizi e opinioni. Non vi sarà umanizzazione senza comunicazione – Carta dei Diritti del Pubblico, Tabor, 18 settembre 1987).

 

I numeri

Risultati in fortissima crescita per questa edizione del concorso: 142 opere iscritte (+ 45% rispetto al 2015), per un totale di oltre 34 ore di visione. 26 i Paesi rappresentati: Italia, Stati Uniti, Cina, Spagna, Grecia, Gran Bretagna, Canada, Germania, Taiwan, Francia, Messico, Costa Rica, Danimarca, Svezia, Lituania, Australia, Brasile, Argentina, India, Irlanda, Hong Kong, Losotho, Ecuador, Iran, Austria, Israele.

Il Circolo F.I.C.C. ARCinema e la Segreteria del Festival hanno preselezionato 33 corti, per un totale di 6 ore e mezza di proiezioni, che saranno valutati dalla Giuria del Pubblico e dalla Giuria del Festival: fra essi si nascondono i vincitori dei 2.000 € del Sardinia Queer Award, dei 500 € del Sardinia Queer Audience Award, dell’Eureka Students Award e dell’ARC Special Award! A questi, si affiancherà la proiezione di altri 23 cortometraggi, selezionati nella categoria Fuori Concorso.

 

Ospiti e giuria

Anche quest’anno, il Festival è onorato di accogliere ospiti prestigiosi: Giovanni Dall’Orto, una delle figure di maggior influenza nel panorama culturale lgbtq italiano, Valeria Testagrossa, Nicola Grignani, Andrea Zambelli autori del documentario Irrawaddy Mon Amour, e la preziosissima giuria composta dalla presidente Luisa Percopo, una degli organizzatori dell’Italian Film Festival e dell’Iris Prize di Cardiff, Roberto Schinardi, giornalista per numerose testate tra cui CIAK, Jacopo Cullin, regista e attore (tra i tanti, L’Arbitro di Paolo Zucca), Federico Boni, creatore dei blog Spetteguless.it e Arcobamedia.it, e Simone Cangelosi, regista (tra gli altri, di Una nobile rivoluzione).

  

I premi

Sardinia Queer Award 2016: 2.000 €, assegnato dalla Giuria ufficiale del Festival

Sardinia Queer Audience Award 2016: 500 €, assegnato dalla giuria del pubblico, che valuterà i 33 cortometraggi durante la due-giorni di maratona di proiezioni, venerdì 4 e sabato 5 novembre; i cinque corti più votati saranno poi riproiettati in ordine casuale durante le prime cinque serate del Festival, da lunedì 7 a venerdì 11 novembre, e rivotati dal pubblico in sala.

Eureka Students Award 2016: 300 €, assegnato da una giuria composta da studenti delle scuole medie superiori coordinati dall’Associazione Studentesca Eureka

ARC Special Award 2016: menzione speciale assegnata dall’Associazione ARC Onlus al cortometraggio che meglio esprima una tematica sociale e politica sui diritti e la cultura lgbtq.

 

USN | school

Il progetto USN|school ha l’obiettivo di portare all’interno dell’ambiente scolastico la proiezione di alcuni film selezionati, con lo scopo di accendere tra le studentesse e gli studenti il dibattito intorno ai temi del bullismo e dell’omo-transfobia. Il progetto, parte integrante della quattordicesima edizione di Uno Sguardo Normale – Sardinia Queer Short Film Festival, prevede la proiezione di due opere italiane: Un bacio di Ivan Cotroneo e Né Giulietta, né Romeo di Veronica Pivetti e la presentazione del libro Mamma, papà devo dirvi una cosa di Giovanni e Paola Dall’Orto. Alle proiezioni, seguirà un confronto aperto: uno spazio senza impostazione accademica, durante il quale le ragazze e i ragazzi potranno confrontarsi sui temi proposti, insieme ai membri dell’Associazione ARC Onlus, dell’A.GE.d.O. e dell’Associazione Studentesca Eureka.

Né Giuletta, né Romeo è stato presentato in anteprima al Giffoni Film Festival 2015 e Un bacio è stato inserito in un progetto del Ministero della Pubblica Istruzione finalizzato alla prevenzione del bullismo: per questo entrambi vengono già da tempo proposti, in diverse città italiane, a studenti e docenti delle scuole superiori. Le proiezioni si terranno, a ingresso gratuito per le scolaresche, nelle mattine di lunedì 7 e martedì 8 novembre presso la Sala conferenze dell’Unione Sarda (Né Giuletta, né Romeo), e mercoledì 9 e giovedì 10 novembre presso il cinema Greenwich d’essai (Un bacio). La presentazione del libro Mamma, papà devo dirvi una cosa di Giovanni e Paola Dall’Orto si terrà nella mattina di sabato 12 novembre presso la Sala conferenze dell’Unione Sarda.

 

SCARICA IL PROGRAMMA DEL FESTIVAL

 

Go to Top