USN | Festival

usn_2015_mini

Uno Sguardo Normale Expo – Sardinia Queer Short Film Festival 2015 è un evento cinematografico dedicato a cortometraggi e lungometraggi a tematica gay, lesbica, transgender e queer, promosso dall’Associazione Culturale e di Volontariato ARC Onlus di Cagliari, dal Circolo del Cinema ARCinema, membro della F.I.C.C. – Federazione Italiana dei Circoli del Cinema e dall’Associazione Studentesca universitARC, con il Patrocinio del Presidente del Consiglio regionale della Sardegna, con il sostegno della Regione Autonoma della Sardegna – Assessorato alla Cultura, della Fondazione Sardegna Film Commission e dell’E.R.S.U. –Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario e grazie al supporto della Società Umanitaria – Cineteca Sarda di Cagliari, della F.I.C.C. nazionale e sarda, della C.G.I.L. Camera del Lavoro Metropolitana di Cagliari, del Centro Culturale “Thomas Sankara”, della Circola nel Cinema “Alice Guy” F.I.C.C., della L.I.L.A. Sardegna – Lega Italiana per la Lotta all’AIDS, con la partnership dei Festival “ZineGoak” di Bilbao, “Gender Bender” di Bologna, “BiG” di Bari e  “Giacinto” di Noto e grazie alla media-partnership di Affaritaliani.it, Streamago Tiscali, EjaTV e La Donna Sarda.

I numeri di questa tredicesima edizione di USN sono entusiasmanti: sono stati iscritti 89 cortometraggi, per un totale di più di 18 ore di visione. 23 i Paesi rappresentati: Iraq, India, Marocco, Messico, Russia, Brasile, Taiwan, Regno Unito, Germania, Svezia, Spagna, Italia, Francia, Grecia, Danimarca, Canada, Belgio, U.S.A., Olanda, Israele, Portogallo, Australia, Polonia. Il Circolo ARCinema e la Segreteria del Festival hanno così preselezionato 33 corti, per un totale di 6 ore e mezza di proiezioni, che saranno valutati dalla Giuria del Pubblico e dalla Giuria del Festival: fra essi si nascondono i vincitori dei 2.000 € del Sardinia Queer Award 2015, dei 500 € del Sardinia Queer Audience Award 2015 e della Menzione dell’Associazione ARC 2015!

Eccezionalmente, quest’anno USN|expo realizza un evento unico: oltre 40 artisti di fama nazionale e internazionale hanno infatti realizzato, appositamente per questa edizione del Festival, una loro personale reinterpretazione di alcuni dei più grandi cult della storia del cinema a tematica omosessuale, lesbica, transessuale e queer, dando vita, grazie al loro talento e alla loro amichevole disponibilità, all’esposizione Uno sguardo in mostra nella quale i due diversi linguaggi artistici – quello del cinema e quello del disegno – possano contaminarsi e prestarsi l’uno all’altro, con risultati straordinari.

Anche quest’anno, il Festival è onorato di accogliere ospiti prestigiosi: Giovanni Minerba, fondatore e direttore del Torino Gay & Lesbian Film Festival, i registi Carlo LavagnaSimone Cangelosi e Sergio Naitza, e una preziosissima giuria composta dal presidente Daniel Casagrande, ideatore e direttore del Queer Lion della Mostra del Cinema di Venezia, Valerie Taccarelli, fondatrice e attivista del Cassero ed esponente del M.I.T. – Movimento Identità Transessuale di Bologna, Lucia Cardone, docente di Storia del Cinema e dello Spettacolo presso l’Università di Sassari, Silvia Novelli, del gruppo di film-maker indipendenti BadHole e David Lambert, regista del pluripremiato Hors le Murs (Cannes 2012).

Con questo lungo evento l’ARC si propone, ancor più quest’anno, di sensibilizzare la società, attraverso l’universale mezzo di comunicazione del cinema, sui temi delle naturali differenze di orientamento sessuale e di identità di genere, e sulla necessità di raggiungere equivalenti diritti civili per tutti e tutte. Inoltre, attraverso il Festival, l’ARC persegue l’obiettivo di valorizzare e promuovere le produzioni cinematografiche, anche piccole e piccolissime, dedicate a questo tema; favorire il confronto e lo scambio culturale tra le produzioni di paesi diversi;consolidare la rete di collaborazioni tra associazioni, circoli del cinema, movimenti e realtà culturali della città e della Sardegna; offrire a Cagliari la possibilità di conoscere un mondo cinematografico per lo più inesplorato e, soprattutto, di discuterlo secondo il principio del “pubblico come autore”  (1. Il pubblico ha diritto di ricevere tutte le informazioni ed espressioni audiovisive. Il pubblico deve avere i mezzi per esprimersi e far conoscere i propri giudizi e opinioni. Non vi sarà umanizzazione senza comunicazione – Carta dei Diritti del Pubblico, Tabor 18 settembre 1987).

USN|expo aderisce inoltre al calendario delle iniziative previste nel Mese dei Diritti Umani organizzato e coordinato dal comitato “Stop OPG” e a Differenza è bellezza. Cagliari contro la violenza, in occasione della  Settimana contro la violenza sulle donne, coordinato dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Cagliari.

SCARICA IL PROGRAMMA DEL FESTIVAL

 

Go to Top