USN | Festival

Per il sedicesimo anno consecutivo, dal 30 novembre all’8 dicembre 2018
l’Associazione culturale e di volontariato ARC Onlus di Cagliari organizza
Uno Sguardo Normale Expo – Sardinia Queer Short Film Festival
il primo festival sardo interamente dedicato al cinema a tematica
lesbica, gay, bisessuale, trans e queer.

 

Uno Sguardo Normale Expo – Sardinia Queer Short Film Festival 2018 è un evento cinematografico dedicato a cortometraggi e lungometraggi a tematica lesbica, gay, bisessuale, trans e queer, promosso dall’’Associazione culturale e di volontariato ARC Onlus di Cagliari, dal Circolo del Cinema ARCinema, membro della F.I.C.C. – Federazione Italiana dei Circoli del Cinema e dall’Associazione Studentesca universitARC, con il sostegno della Regione Autonoma della Sardegna, del Comune di Cagliari, della Fondazione di Sardegna, della Fondazione Sardegna Film Commission e dell’E.R.S.U. – Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario, grazie al supporto della Società Umanitaria – Cineteca Sarda di Cagliari, della F.I.C.C., della Associazione Studentesca Eureka, di A.GE.d.O. Cagliari.

 

Gli obiettivi

Con questo lungo evento l’ARC si propone, anche quest’anno, di sensibilizzare la società, attraverso l’universale mezzo di comunicazione del cinema, sui temi delle differenze di orientamento sessuale e di identità di genere, e sulla necessità di raggiungere equivalenti diritti civili per tutte e tutti. Inoltre, attraverso il Festival, l’ARC persegue l’obiettivo di valorizzare e promuovere le produzioni cinematografiche, anche piccole e piccolissime, dedicate a questi temi; favorire il confronto e lo scambio culturale tra le produzioni di paesi diversi; consolidare la rete di collaborazioni tra associazioni, circoli del cinema, movimenti e realtà culturali della città e della Sardegna; offrire a Cagliari la possibilità di conoscere un mondo cinematografico per lo più inesplorato e, soprattutto, di discuterlo secondo il principio del “pubblico come autore”  (1. Il pubblico ha diritto di ricevere tutte le informazioni ed espressioni audiovisive. Il pubblico deve avere i mezzi per esprimersi e far conoscere i propri giudizi e opinioni. Non vi sarà umanizzazione senza comunicazione – Carta dei Diritti del Pubblico, Tabor, 18 settembre 1987).

 

I numeri

Quest’anno la partecipazione al festival è stata assolutamente strepitosa: 741 opere iscritte, per un totale di oltre circa 125 ore di visione da 60 diversi paesi del mondo, di cui 16 rappresentati in concorso: Argentina, Belgio, Canada, Filippine, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, India, Iran, Italia, Olanda, Spagna, Stati Uniti, Ucraina, Venezuela.

Il Circolo F.I.C.C. ARCinema e la Segreteria del Festival hanno preselezionato 38 corti, per un totale di 6 ore e mezzo di proiezione, che saranno valutati dalla Giuria del Pubblico e dalla Giuria del Festival: fra essi si nascondono i vincitori dei 2.000 € del Sardinia Queer Award, dei 500 € del Sardinia Queer Audience Award, dei 300€ dell’Eureka Students Award, dell’ARC Special Award e dell’AGedO Award! A questi, si affiancherà la proiezione DI numerosi cortometraggi selezionati nella categoria Fuori Concorso.

 

Ospiti, giuria e partnership

Anche quest’anno, il Festival è onorato di accogliere ospiti prestigiosi, in occasione dell’approfondimento dedicato alla figura di riferimento del movimento lgbtq italiano, Mario Mieli: Andrea Adriatico e Saverio Peschechera (rispettivamente regista e produttore de Gli anni amari, film dedicato a Mieli, in uscita nei prossimi mesi); Sebastiano Secci, (presidente del Circolo di Cultura Omosessuale “Mario Mieli” di Roma); Francesco Paolo del Re (giornalista, critico ed esperto della vita di Mieli).

Sarà naturalmente presente la preziosissima giuria del Festival, quest’anno composta dal presidente Sergio Naitza (regista, giornalista e critico cinematografico) e da Franco Grillini (storico attivista del movimento lgbtq italiano e presidente di GayNet), Bartholomew Sammut (attore, produttore, curatore di XPOSED – International Queer Short Film Festival Berlin e selezionatore per la sezione “Panorama” del Festival Internazionale di Berlino), Loredana Rossi (fondatrice dell’A.T.N. – Associazione Transessuale Napoli), Federica Cozzella (grafica e rappresentante del direttivo nazionale di Alfi – Associazione Lesbiche Femministe Italiane).

 

I premi

Sardinia Queer Award 2018: 2.000 €, assegnato dalla Giuria ufficiale del Festival;

Sardinia Queer Audience Award 2018: 500 €, assegnato dalla giuria del pubblico, che valuterà i 38 cortometraggi durante la due-giorni di maratona di proiezioni, venerdì 30 novembre e sabato 1° dicembre; i cinque corti più votati saranno poi riproiettati in ordine casuale durante le prime cinque serate del Festival, da lunedì 3 a venerdì 7 dicembre, e rivotati dal pubblico in sala;

Eureka Students Award 2018: 300 €, assegnato da una giuria composta da studenti delle scuole medie superiori coordinati dall’Associazione Studentesca Eureka;

ARC Special Award 2018: menzione speciale assegnata dall’Associazione ARC Onlus al cortometraggio che meglio esprima una tematica sociale e politica sui diritti e la cultura lgbtq.

 

Go to Top